Come la tecnologia ha trasformato il rapporto venditore/cliente

In passato, il rapporto tra venditori e clienti si svolgeva attraverso l’interazione personale. Più tempo i clienti trascorrevano nel negozio, più il venditore capiva le loro preferenze e i comportamenti d’acquisto. Dopo un po’ di tempo, i venditori potevano capire quali marche il cliente A preferiva, a quale ora era più probabile che il cliente B si recasse in negozio, e così via. Questi dati sono stati poi utilizzati per personalizzare la fornitura del servizio e migliorare l’esperienza d’acquisto di ogni cliente.

Tuttavia, questo approccio non poteva andare oltre una piccola quantità di clienti. Un’azienda che riceve oltre 2000 visitatori al giorno non può mantenere un efficace rapporto interpersonale con tutti i suoi clienti. Né può utilizzare mezzi manuali per individuare con precisione le loro preferenze d’acquisto. Inoltre, i dati raccolti da alcuni clienti non potevano essere utilizzati per prevedere quali visitatori casuali avrebbero scelto di entrare dalla strada.

In considerazione dei limiti del vecchio metodo, sono state sviluppate nuove soluzioni basate sulla tecnologia per cambiare il modo in cui i fornitori e i clienti interagiscono. Di seguito sono evidenziati gli effetti di queste soluzioni sul settore del commercio al dettaglio:

 

Monitoraggio del comportamento in negozio e identificazione delle preferenze del cliente

Con la tecnologia di analisi al dettaglio, i fornitori non hanno più bisogno di monitorare manualmente il comportamento dei clienti per identificare le tendenze. Allo stesso modo, non hanno bisogno di distribuire questionari per scoprire cosa piace e cosa non piace ai loro visitatori.

Sfruttando i dispositivi (e il software) contapersone, i fornitori possono individuare le tendenze prevalenti nel comportamento dei clienti. Ad esempio, i dati analitici del software di conteggio forniscono informazioni sul traffico dei clienti. I gestori dei negozi possono tenere traccia dei dati relativi al calpestio per vedere quanti clienti hanno visitato la loro sede e come il traffico cambia nel tempo. Possono anche individuare i periodi di punta del loro negozio, identificando gli orari in cui i clienti sono più propensi a passare.

La tecnologia a mappa di calore fornisce ulteriori dati relativi alle preferenze del cliente. Traccia un profilo digitale dei percorsi dei clienti in un negozio, mostrando le aree che amano visitare, dove trascorrono più tempo e i loro prodotti preferiti.

 

Ottimizzare il design del negozio e il posizionamento dei prodotti

Un altro vantaggio della tecnologia a mappa di calore è che i dati analitici derivati dalla soluzione possono essere utilizzati per migliorare il design/layout del punto vendita. Poiché traccia il percorso del cliente, mostra anche quanto sia facile per i visitatori trovare le aree e i prodotti desiderati. Se necessario, il negozio può essere riprogettato per facilitare gli spostamenti dei clienti e ridurre la distanza che le persone devono percorrere a piedi per trovare i prodotti preferiti.

In precedenza, i clienti avrebbero dovuto reclamare prima che i venditori si rendessero conto che il loro negozio non è stato progettato in modo ottimale. Con il software a mappa di calore, tuttavia, i proprietari dei negozi possono essere più proattivi e stroncare sul nascere i potenziali punti critici.

I dati della mappa di calore mettono in evidenza anche le passerelle più trafficate di una sede aziendale. Si tratta di aree privilegiate per l’esposizione visiva, che possono essere utilizzate per pubblicizzare nuovi prodotti od offerte promozionali.

 

Migliorare l’esperienza di acquisto dei clienti

Con il vecchio approccio al rapporto cliente/fornitore, i proprietari dei negozi possono capire per esempio se uno o due clienti sono insoddisfatti. Poi, possono chiedere a queste persone qual è il problema e fare i necessari aggiustamenti. Come accennato in precedenza, tuttavia, questa soluzione non è scalabile quando sono coinvolti centinaia di clienti. Inoltre, i visitatori che entrano per la prima volta potrebbero non preoccuparsi abbastanza di fare un reclamo diretto; la maggior parte di loro abbandonerebbe la spesa e non tornerebbe più.

Alcuni dati analitici dei negozi al dettaglio possono essere utilizzati per misurare il grado di soddisfazione dei clienti sono soddisfatti della loro esperienza d’acquisto. Tracciandoli, i fornitori possono migliorare il grado di soddisfazione della maggior parte dei loro clienti, invece che di una manciata di persone.

Un modo per verificare i livelli di soddisfazione dei clienti è la percentuale di abbandono del carrello di un negozio. Se le persone interrompono la spesa, c’è qualcosa che non va. Un altro modo consiste nel misurare il tempo medio alla cassa. Ai clienti non piace aspettare in coda quando fanno la spesa, ed è uno dei maggiori ostacoli per un’esperienza d’acquisto positiva.

Questi dati sono disponibili tramite la tecnologia Gestione code. Il software tiene traccia delle linee di attesa intorno a una sede aziendale, inviando ai fornitori notifiche in tempo reale quando le code diventano troppo lunghe. I dati del sistema di coda possono anche essere analizzati per ottenere una visione più approfondita dei clienti. Sfruttandoli e rendendo il processo di acquisto il più agevole possibile per i clienti, i proprietari dei negozi possono migliorare la loro esperienza d’acquisto. Questo porta ad un aumento dei tassi di conversione e di fidelizzazione dei clienti.

 

Rendiconto commerciale più accurato

Un vantaggio significativo della tecnologia di analisi al dettaglio è che i dati raccolti da tutti i software sopra citati possono essere raccolti su una piattaforma di rendicontazione aziendale. La piattaforma di business intelligence, V-Count ad esempio, raccoglie i dati di diverse soluzioni di vendita al dettaglio e li analizza. Successivamente, offre ai fornitori un rapporto accurato ed esaustivo che descrive la prestazione della loro attività.

Con un resoconto accurato, i fornitori possono monitorare i punti di riferimento (KPI) e vedere come cambiano con il passare del tempo. Se il negozio fa parte di una catena, il manager può fare un confronto con altre sedi e cercare di individuare le strategie da adottare da parte di negozi ben funzionanti.

Questo tipo di rendicontazione aziendale è impossibile senza la tecnologia. E i fornitori non possono raccogliere le informazioni disponibili in questi rapporti attraverso interazioni personali con i clienti.

 

Bottom Line

In conclusione, la tecnologia ha rivoluzionato il modo in cui i clienti interagiscono con i fornitori. Al giorno d’oggi, i proprietari di aziende hanno accesso a un maggior numero di informazioni sui clienti rispetto al passato. Le soluzioni basate sulla tecnologia consentono inoltre di ottimizzare i punti vendita e di snellire le operazioni per ottenere migliori prestazioni.

Tuttavia, è essenziale rimanere in contatto con i clienti. Per questo, un rapporto ottimale tra clienti e personale è di fondamentale importanza. Fortunatamente, le tecnologie di analisi al dettaglio offrono un mezzo per misurare (e ottimizzare) questo parametro nei negozi.

Se siete interessati a una delle soluzioni di vendita al dettaglio sopra menzionate, visitate il sito V-Count.com.